Auguri E. di C. Spa 15 anni: Il valore del bene intangibile generato

Print Friendly

Il Polo Lionello Bonfanti fornisce una testimonianza quotidiana e continue sono le visite di autorità, laiche o religiose, sia a carattere nazionale che internazionale e poi ovviamente singoli visitatori, gruppi… In tutto più di ottantamila persone circa solo negli ultimi quattro anni.
Ugualmente sono molte le scuole che incontrano la realtà del Polo: 264 studenti già in questi primi mesi del 2016 (più di 1.200 negli scorsi quattro anni).

Dall’ultima visita (1 aprile 2016):
– lasciando la parola a una giovane: “L’economia di comunione e la cultura del dare […] è un grande esempio di fratellanza, apertura verso il prossimo e libertà. Sorprendente come un’idea/ideale si sia concretizzata in queste dimensioni e tempistiche; quello che abbiamo visto è la prova/conferma che la volontà di tante persone messe assieme e accomunate dagli stessi pensieri può rendere possibile e muovere un così ampio ‘meccanismo’” (G.);
– e a una insegnante: “[…] Prima di partire ho cercato su Internet delle informazioni sul Polo Lionello Bonfanti e sul concetto di Economia di Comunione per preparami a quello che avrei visto una volta arrivata lì, ma quello che ho trovato è stato molto di più e molto diverso da quello che mi aspettavo. Al nostro arrivo siamo stati accolti da un grande abbraccio fraterno e da un clima di serenità e di apertura al dialogo in tutte le sue forme. Non ero mai stata in quel luogo prima di allora e per gran parte della giornata ho avuto l’impressione di trovarmi in un altro pianeta, in una nuova dimensione, molto lontana dal quotidiano a cui siamo abituati, direi che spesso mi è parsa persino una realtà inconciliabile con il mondo che conosco. Solo le persone, i loro racconti, le testimonianze concrete che abbiamo visto, sentito e toccato con mano hanno dato una dimensione terrena a tutto, donandoci la certezza che non si trattava semplicemente di un bel insieme di concetti e parole; qualcuno era riuscito a rendere questo mondo ideale un mondo reale fondato sull’amore, la solidarietà e la fede. Mi sono resa conto di quanto la società in cui viviamo si sia nel tempo allontanata dai valori fondamentali che ho ritrovato a Loppiano, ma sono certa che questa esperienza ha offerto un’occasione di riflessione aimolti giovani presenti e potrà essere d’ispirazione per le generazioni presenti e future” (M.)Nairobi.Polo-slider

Il Polo Bonfanti, insieme ad AMU – Associazione Azione per un Mondo Unito Onlus e SEC – Scuola di Economia Civile, sta svolgendo progetti di formazione per le scuole su economia civile e di comunione, globalizzazione, imprenditorialità.

Uno degli obiettivi fondamentali di ogni azienda EdC è diventare una vera comunità: il Polo Lionello Bonfanti è impegnato a realizzare ciò al suo interno ma anche verso l’esterno. A questo riguardo, per esempio, il Polo Bonfanti:
– ha consolidato la collaborazione con l’Istituto Universitario Sophia attraverso momenti formativi con i docenti, convegni, stages di studenti;
– ha creato grandi eventi, tra cui LoppianoLab (nel 2016 la settima edizione), di cui è uno dei quattro promotori;
– ha stimolato la nascita di realtà di significativo valore di cui è uno dei soci fondatori:

  1. SEC – Scuola di Economia Civile srl,
  2. MECC – Soc. Coop. Microcredito per l’Economia Civile e di Comunione;

– dopo essere stato per anni un incubatore di impresa (finanziato dalla Regione Toscana, da cui sono nate imprese EdC) è ora motore importante e sede di EoC-IIN (EoC International Incubating Network) la rete internazionale di supporto all’imprenditorialità;
– è anche generatore di iniziative come, per citare le più recenti, convenzione con le Misericordie Nazionali per la nascita di un centro studi e la Scuola “Economia e Comunità” (assieme alla Diocesi di Grosseto).
È poi sede del Progetto Policoro della CEI per la Diocesi di Fiesole.
Ancora, presso il Polo ha sede l’Associazione Lionello Bonfanti (promotrice per esempio dell’esperienza del “Fagotto”) e vi è la sede legale di:
AIPEC – Associazione Italiana Imprenditori per un’Economia di Comunione (di cui E. di C. Spa è socia onoraria),
Associazione Verso la Mutua di Assicurazione Bene Comune,
Fondazione per Sophia.

Per maggiori informazioni Leggi il PIANO DI SVILUPPO

Per maggiori informazioni Leggi la PROCEDURA DELL’AUMENTO DEL CAPITALE SOCIALE